top of page
Search

QUANDO RIVOLGERSI ALL’UROLOGO?

L’UROLOGO: MEDICO SCONOSCIUTO PER 8 UOMINI SU 10



Secondo le più recenti statistiche nel nostro paese l’80% degli italiani non conosce la figura dell’urologo, mentre 4 uomini su 10 non è a conoscenza che molte malattie dell’apparato urinario possono essere curate in modo sicuro e definitivo.


“Un uomo dovrebbe rivolgersi regolarmente dall’urologo, tanto quanto le donne si recano dal ginecologo”

Nell’ultimo decennio sono aumentate diverse patologie maschili della sfera riproduttiva e sessuale: tra le più note compare il varicocele, che riguarda circa 1 ragazzo su 4 dai 25 anni di età, così come le più frequenti malattie sessualmente trasmissibili, raddoppiate negli ultimi 10 anni nella fascia di età over 50. Malattie come la prostatite interessa circa 1 maschio su 4 sopra i 65 anni; l’ipertrofia prostastica benigna, condizione che può verificarsi in tutti gli uomini già a partire dai 35 anni e che può dare problemi con l’avanzare dell’età.


Queste patologie, nella maggior parte dei casi dovute a stili di vita sbagliati, se trascurate, possono mirare alla qualità della vita con conseguenze importanti su infertilità e impotenza maschile.


Ma chi è l’urologo? Quali competenze possiede?

L’urologo è il medico chirurgo specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle malattie dell’apparato urinario umano, senza distinzione di sesso, e degli organi dell’apparato genitale maschile. Ebbene sì, è un’idea sbagliata pensare che l’urologo tratti solo la figura maschile: molte donne potrebbero aver bisogno di vedere questo specialista.


Diventa fondamentale capire e interpretare nel modo corretto la sintomatologia. Rivolgersi all’urologo è importante non solo al manifestarsi di segnali o malesseri preoccupanti all’apparato urinario e genitale, ma soprattutto è consigliabile per un discorso di prevenzione.


I sintomi che possono essere un campanello d’allarme sono:

  • sangue nell’urina (ematuria)

  • colica renale con dolore forte al fianco, unito a nausea e vomito

  • dolore in sede perineale

  • dolore soprapubico

  • ritenzione urinaria acuta

  • alterazione della minzione

  • PSA alto negli esami del sangue e delle urine

  • prolasso degli organi genitali

  • testicolo ipermobile

  • fimosi

  • frenulo breve

Casi in cui è consigliabile consultare l'urologo per una visita di screening preventivo:

  • uomini oltre i 50 anni di età per uno screening del PSA

  • uomini con aleazione palpatoria del testicolo (20-30 anni)

  • uomini affetti da disfunzione erettile

  • uomini che presentano alterazioni cutanee dei genitali esterni

  • uomini con diagnosi di malattie sessualmente trasmissibili

  • uomini affetti da coliche renali

  • giovani con varicocele nel testicolo sinistro

  • donne con prolasso degli organi pelvici (problemi di controllo della vescica e della minzione)

Rispondere alle esigenze del paziente è l’obiettivo quotidiano del Dott. Filippo Cianci: competenza e professionalità al servizio dell’urologia.

Necessiti di maggiori informazioni riguardo alla professione di urologo chirurgo?

Chiama il Dottore al numero 𝟑𝟑𝟏/𝟑𝟗𝟎𝟒𝟒𝟗𝟑 o clicca qui per prenotare una visita: è presente e riceve visite o consulenze in tantissime strutture sanitarie presenti in provincia di 𝐌𝐨𝐝𝐞𝐧𝐚 e in provincia di 𝐏𝐚𝐫𝐦𝐚!


69 views0 comments

Recent Posts

See All

Comments


bottom of page